image1 image2 image3 image4 image5

Notizie flash

OGGI 31 LUGLIO 2011 nasce “la voce cosentina

la voce cosentina”, rappresenta una scommessa, una sfida. Quella di offrire un'informazione libera e realmente senza padroni. La sfida del coraggio della verità. Quella verità scomoda che non piace ai potenti, a chi gestisce le lobby, a chi amministra il bene pubblico per trarne vantaggi di natura personale e familiare.

Sei quì: Home Scritti Corsari

Calendario

«  luglio 2021  »
lmmgvsd
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
Scritti Corsari
Il giornalismo libero in Calabria non esiste PDF Stampa E-mail

La notizia pubblicata da un quotidiano locale calabrese, "La Provincia Cosentina", secondo la quale Francesca Loiero figlia secondogenita del Governatore della Calabria, Agazio Loiero, lavori a Raifiction, settore presieduto per lungo tempo dal suo amico e conterraneo, Agostino Saccà, ha provocato una furiosa reazione dello stessl Presidente Loiero che ha annunciato querele al quotidiano ed ha anche richiesto l'intervento del Presidente dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri.

Leggi tutto...
 
Come Milano. Bonofiglio: Il Municipio scommetta sulla legalita' PDF Stampa E-mail

Pubblicato sulla "Gazzetta del Sud" 12 giugno 2011 p.27

Il responsabile del Centro Studi regionale sull'illegalità, Gianfranco Bonofiglio, chiede al Sindaco Occhiuto di scommettere sul delicato argomento. "Il primocittadino di Milano, presentando la sua giunta - chiarisce Bonofiglio - ha annunciato anche la costituzione di un comitato di garanzia sulla trasparenza affidato ad Umberto Ambrosoli, figlio del compianto Giorgio Ambrosoli ucciso per essere stato ligio al proprio dovere nella vicenda del crack del Banco Ambrosiano.

Leggi tutto...
 
Scioglimento del consiglio comunale di Corigliano PDF Stampa E-mail

L’Intervento/Il Centro studi regionale sull’illegalità commenta lo scioglimento del Comune: “E’ necessario fugare ogni ombra e dubbio”

Scritto da Fabio Pistoia, 10-06-2011 21:00  
L’ex segretario provinciale del Nuovo Psi, Bonofiglio, garantista ma determinato
“Con lo scioglimento del Consiglio Comunale per infiltrazioni mafiose è stata sicuramente scritta una pagina nera della storia di Corigliano”. È questo il primo commento rilasciatoci dal coordinatore del Centro studi regionale sull’illegalità, Gianfranco Bonofiglio, sulla decisione romana di commissariare il Comune.
Leggi tutto...
 
Una delega per la sicurezza PDF Stampa E-mail

Assessorato comunale (o una delega) alla legalità

Negli ultimi due anni, il consumo dell'eroina è cresciuto del 40% e quello della cocaina del 5%. «Sono stati nazionali diffusi dal coordinamento nazionale di sert e confermati anche da Cosenza», sostengono Antonio Greco e Gianfranco Bonofiglio, responsabili - nell'ordine - dell'associazione "Cosenza libera" e del "Centro regionale sull'illegalità".
«Considerando che il mercato degli stupefacenti rimane una delle principali entrate della moderna criminalità imprenditrice, che a Cosenza conquista sempre maggiori, l'associazione culturale "Cosenza libera" con il Centro studi regionale sull'illegalità», evidenziano Bonofiglio e Greco, «chiede ai candidati sindaci di esprimersi sull'argomento illustrando se nei loro programmi sono previste delle azioni concrete su tematiche così importanti».
A parere di Antonio Greco e Gianfranco Bonofiglio, «potrebbe essere utile istituire l'assessorato alla legalità e alla lotta alla tossicodipendenza o perlomeno un a delega», cosa - sottolineano i due - già avvenuta in diverse città del nostro Paese. (a.g.)
Dalla "Gazzetta del Sud" pagina Cosenza del 24 aprile 2011

 
Piazze di Calabria PDF Stampa E-mail

Si è ben difeso il pm Luigi De Magistris nell'aula magna del Consiglio Superiore della Magistratura. Tre ore di dialogo con gli esponenti del Csm nelle quali De Magistris non solo si è difeso ma ha anche contrattaccato. Un pm ben consapevole del fatto di avere dalla sua quella parte del popolo calabrese, onesto e laborioso, che vorrebbe una Calabria diversa, una Calabria più pulita.

Leggi tutto...
 
Bonofiglio: Sindaco Occhiuto pensi a delega su legalita' PDF Stampa E-mail

11 giu  "Il primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, presentando la sua giunta ha annunciato anche la costituzione di un comitato di garanzia sulla trasparenza affidato ad Umberto Ambrosoli, figlio del compianto Giorgio Ambrosoli ucciso per essere stato ligio al proprio dovere nella vicenda del crack del Banco Ambrosiano". Lo afferma Gianfranco Bonofiglio, responsabile del Centro studi regionale sull'illegalità.

Leggi tutto...
 
Giacomo Mancini ad otto anni dalla sua scomparsa PDF Stampa E-mail
Cosenza, otto anni fa la scomparsa di Giacomo Mancini
Il ricordo di uno dei più grandi leader del socialismo calabrese e nazionale, Giacomo Mancini, ex sindaco della città dei Bruzi (pubblicato il 08.04.2010)

Cosenza, otto anni fa la scomparsa di Giacomo Mancini 08/04/2002 - 08/04/2010


IL SEGRETARIO PROVINCIALE DEL NUOVO PSI - BONOFIGLIO
A tracciare un ricordo di Giacomo Mancini ad otto anni dalla sua morte, il segretario provinciale del Nuovo Psi di Cosenza, Gianfranco Bonofiglio: «Sono trascorsi otto anni dalla perdita di Giacomo Mancini, un grande leader del socialismo calabrese e nazionale, ed ancora oggi si sente la mancanza di un vero leader che avrebbe potuto certamente essere un faro per tutti quei socialisti che in Calabria ancora credono negli ideali e nel pensiero riformista».

Leggi tutto...
 
"Scritti Corsari" : il perche' PDF Stampa E-mail

Scritti corsari è il titolo di una pubblicazione di Pier Palo Pasolini che raccoglie una serie di articoli che il poeta, letterato e regista pubblicò sul "Corriere della Sera" dal 1972 al 1975. In quel periodo il direttore del Corriere era Piero Ottone. "Pasolini ha fatto - afferma Piero Ottone - nei suoi articoli per il Corriere grande giornalismo. Il giornalista è colui che racconta quel che succede, il grande giornalista è colui che capisce ciò che succede".

Leggi tutto...
 
"Hanno Sequestrato Paul Getty" "Qui 'ndrangheta Anno Uno" PDF Stampa E-mail

Paul Getty III è morto a 54 anni il 7 febbraio 2011. Rimarrà nella storia il suo sequestro che, nel 1973, segnò l'inizio della trasformazione della 'ndrangheta in una potente holding criminale a livello mondiale. Erano i primi anni settanta. Gli anni del decennio nero, delle stragi, del boia chi mollla, del sequestro Moro. E anche gli anni in cui la  già potentissima organizzazione criminale della 'ndrangheta avvia una nuova industria ed un nuovo metodo per acumulare denaro da investire nel traffico di droga e negli appalti, segnando l'avvio di quel processo di infiltrazione di capitali illegali nell'economia legale che determinerà il fenomeno, ancora oggi sottovalutato, dell'economafia. La nuova industria è quella dell’anonima sequestri, che per anni sarà l’artefice di de­cine e decine di sequestri effettuati nell’in­tero territorio nazionale con molti dei se­questrati che, nonostante il riscatto pagato, non ritorneranno più nelle loro case la­sciando affranti per sempre i loro cari.

Leggi tutto...